Categorie

Home>News>Notizie dall'azienda

Le materie prime sono forti, le acciaierie sono costose a maggio, i prezzi dei tubi a spirale non cambieranno e l'andamento di una forte operatività

Tempo: 2021-05-07 Colpi : 45

La festa del Primo Maggio sta volgendo al termine. I prezzi del tubo a spirale prima delle festività oscillano e il mercato dei futures oscilla notevolmente. Il minerale di ferro una volta è sceso di quasi il 4%, ma non ha influito sul prezzo spot. Il mercato post-festivo è confuso. Dal 1° maggio, alcuni prodotti siderurgici La cancellazione degli sgravi fiscali all'esportazione scuoterà l'aumento dei prezzi dell'acciaio? Come inizierà a maggio?

Diffida degli adeguamenti "tariffari" che disturbano il mercato

La notizia della cancellazione del "rimborso dell'imposta all'esportazione" è stata segnalata già alla fine di marzo di quest'anno, ma la polvere non è stata risolta fino al 28 aprile! A giudicare dalla politica annunciata questa volta, non solo è stato annullato lo sconto fiscale all'esportazione di alcune lamiere a basso e medio valore aggiunto, ma anche Adeguare le tariffe su alcuni prodotti siderurgici, aumentando opportunamente le tariffe di esportazione su ferrosilicio, ferrocromo, alta purezza ghisa e altri prodotti e l'attuazione di un tasso di sospensione delle importazioni pari a zero su ghisa, acciaio grezzo, materie prime in acciaio riciclato, ferrocromo e altri prodotti per ridurre le esportazioni di categorie a basso valore aggiunto, aumentare le importazioni. Sostenere il calo della produzione nazionale di acciaio grezzo e promuovere l'equilibrio tra domanda e offerta di mercato. Allo stesso tempo, contribuirà anche a ridurre la pressione sul divario tra domanda e offerta di minerale di ferro e ad alleviare l'impatto del rapido aumento dei prezzi dei tubi a spirale sul terminale.

L'annullamento degli sgravi fiscali all'esportazione per alcuni prodotti siderurgici coinvolge un totale di 146 codici merceologici. Sulla base dei 53.67 milioni di tonnellate di esportazioni di acciaio nel 2020, gli sgravi fiscali all'esportazione rappresentano circa il 65% dei prodotti esportati e sono principalmente concentrati in un valore aggiunto a basso e medio valore come le bobine laminate a caldo. Dei prodotti in fogli. dettagli come segue:

   Nel complesso, l'impatto dell'adeguamento tariffario sulla quota di mercato è relativamente limitato e le notizie circolano da tempo e i prezzi degli ordini di esportazione di alcune acciaierie terranno conto dello sconto fiscale. L'impatto a breve termine sul mercato è limitato.

Tuttavia, dobbiamo prestare attenzione. Da un lato, l'annullamento del "rimborso delle tasse all'esportazione" aumenterà l'offerta del mercato interno e promuoverà l'attuazione della politica di riduzione della produzione, che contribuirà ad alleviare la contraddizione tra domanda e offerta di minerale di ferro; d'altra parte, l'aliquota della tassa di importazione sul lato delle materie prime sarà ridotta a zero, aumentando ulteriormente Le importazioni di grandi materie prime aumentano l'effetto di sostituzione del minerale di ferro. Pertanto, dopo l'attuazione della politica, il prezzo del minerale di ferro è diminuito drasticamente e il pallet è sceso di quasi il 4% l'ultimo giorno di negoziazione prima delle vacanze. Poiché il mercato spot non ha seguito in tempo, non è escluso che il prezzo dopo la vacanza sia stato leggermente sotto pressione.

Possano le acciaierie spingere per un aumento dei prezzi 

  Con l'aumento del prezzo delle materie prime, le acciaierie hanno una forte volontà di mantenere il prezzo. Baotou Iron & Steel ha emesso una politica sui prezzi di maggio per le lastre, comprese le lamiere laminate a caldo di 580 yuan/ton, le lamiere medio-generali di 560 yuan/ton, le lamiere laminate a freddo di 340 yuan/ton, refrigerate di 340 yuan/ton , e zincato da 350 yuan/ton. . Allo stesso tempo, a maggio, molte acciaierie hanno aumentato ulteriormente il prezzo. Shanxi Jinnan Iron and Steel ha aumentato il prezzo di 50 e Shougang Changgang aumenterà il prezzo di 30 yuan/ton per tondo per cemento armato, vergella e lumache dal 3 maggio. Ha continuato a sostenere il prezzo dell'acciaio post-festivo.

Il PMI dell'industria siderurgica è diminuito di 2.5 punti percentuali

  I dati mostrano che il PMI dell'industria siderurgica ad aprile è stato del 45.4%, con un calo di 2.5 punti percentuali rispetto al mese precedente. I sottoindici mostrano che il tasso di crescita degli ordini delle acciaierie è rallentato. Il nuovo indice degli ordini è del 44.4%, in diminuzione di 2.7 punti percentuali rispetto al mese precedente, ma il nuovo indice degli ordini di esportazione è superiore al 50%, ovvero del 51.7%, con un aumento di 8 punti percentuali rispetto al mese precedente.

   La domanda è leggermente rallentata, ma contemporaneamente è diminuita anche la produzione, con un indice di produzione del 47%, in calo di 4.3 punti percentuali rispetto al mese precedente. L'indice di inventario è in costante calo e l'indice di inventario dei prodotti è del 34.4%, che è inferiore al 40%. Nel complesso, i prezzi dell'acciaio sono ancora sostenuti nelle prospettive di mercato.

   Per riassumere, durante le vacanze, anche se la transazione è stata leggera, il prezzo del tubo a spirale è leggermente aumentato. Da un lato, l'outlook macro complessivo è in miglioramento; d'altra parte, poiché maggio è ancora nel periodo di massima stagione delle costruzioni, varie province e città stanno intensificando la connessione dei fondi e l'atterraggio di grandi progetti, c'è ancora spazio per un continuo rilascio della domanda e le attuali materie prime sono forti, e le acciaierie continuano a tenere i prezzi. Pertanto, anche se è disturbato dall'adeguamento della "tariffa" dopo le vacanze, la pressione per un calo a breve termine è relativamente limitata e il prezzo del tubo a spirale a maggio non cambierà la tendenza del forte funzionamento.


Precedente: I prezzi dei futures "serie nera" sono saliti alle stelle come interpretare il mercato nella seconda metà dell'anno?

Avanti: Rimane invariato il rialzo a medio termine dei prezzi dell'acciaio a maggio, o il rischio di un callback dovuto alla scarsa trasmissione a valle